Dal “condominio green” al cohousing: le novità in edilizia

La tendenza attuale delle realtà condominiali è sempre più legata a tematiche di importanza globale quali efficienza energetica, differenziata, condivisione di spazi e beni.

In Italia ormai possiamo contare numerosi esempi virtuosi di condomini pensati in ottica green. Ne è un esempio proprio il Condominio Green di via San Gregorio 49, un palazzo di 130 anni, al centro di Milano, abitato da 47 famiglie e circa 120 persone.
Il progetto nasce nel 2012 con l’obiettivo di sensibilizzare tutti, almeno all’inizio, alla raccolta differenziata.
Su questa scia sono nati altri condomini e realtà virtuose come il progetto del Villaggio Barona, sempre a Milano, che ha sperimentato nuove soluzioni in tema housing sociale, riuscendo nella riqualificazione di un’area urbana degradata e rafforzando il senso di appartenenza ad una comunità.
A Ferrara il progetto del Cohousing San Giorgio di Ferrara nato dall’iniziativa dell’associazione ‘Cohousing Solidaria’, ha radunato negli anni ben 42 famiglie interessate ai temi dell’abitare condiviso, ospitando persone sole, famiglie con bambini e adolescenti. L’edificazione dello stabile (2015) è avvenuta in linea con i principi progettuali, con l’intenzione di raggiungere la qualificazione nZeb – nearly zero energy building. Il complesso ha vinto il ‘Green Building Solutions Awards 2015‘, concorso internazionale che ogni anno premia gli operatori del settore che hanno progettato e costruito edifici esemplari con soluzioni tecnologiche che contribuiscono alla lotta contro i cambiamenti climatici.
Vivit, invece, è un nuovo modello residenziale che sta sorgendo nel territorio piacentino di Fiorenzuola D’Arca. Un servizio abitativo composto da 20 appartamenti pensato per persone anziane autosufficienti.

Il condominio è abitato anche da single o giovani. I servizi a disposizione sono:

  • Car sharing
  • Condivisione della bicicletta
  • Condivisione della palestra
  • Condivisione dell’orto
  • Wi-Fi
  • Condivisione della lavanderia
  • Spazi per attività di svago

Tutti gli interventi di riqualificazione dell’edificio sono stati condotti seguendo criteri di sostenibilità. Gli interventi di efficientamento energetico vanno dall’istallazione di un cappotto esterno alle caldaie a condensazione, oltre al collegamento con un impianto di cogenerazione.

Share:

Lascia un commento