Legge di Bilancio 2018: cosa succede in condominio

Approvata in via definitiva la Legge di Bilancio 2018. Tra le novità ci sono gli interventi di riqualificazione energetica combinati con quelli di riduzione del rischio sismico, realizzati sulle parti comuni degli edifici condominiali. Vediamo i dettagli.

La novità più importante contenuta nella Legge di Bilancio 2018 riguarda la detrazione riservata alle spese per la riqualificazione energetica, che dal 70-75% passa all’80-85% a seconda dei casi, nello specifico quando gli interventi determinano il passaggio a una o due classi di rischio inferiore.
La nuova detrazione in effetti fonde Ecobonus e Sismabonus ma non va a sostituire l’incentivo di messa in sicurezza sismica degli edifici che resta comunque in vigore come previsto dalla manovra dello scorso anno.
Un’altra novità della Legge di Bilancio 2018 e del suo rapporto con i condomini riguarda le caldaie a condensazione: è stata confermata l’aliquota del 50% ma è stata fissata una soglia minima qualitativa (classe A) al di sotto della quale le caldaie non sono più incentivate.
Se la caldaia è sostituita contestualmente all’installazione di sistemi di termoregolazione evoluti l’aliquota è maggiorata al 65%.
La stessa detrazione spetta per l’installazione di apparecchi ibridi (pompe di calore integrate con caldaie a condensazione) e di generatori d’aria calda a condensazione.

Share:

Lascia un commento