I morosi possono pagare a rate?

Come si gestisce la morosità in condominio. È possibile consentire il pagamento a rate?

Non è un caso raro che gli amministratori accordino una dilazione dei pagamenti in ritardo su specifica richiesta dei condomini morosi per evitare il recupero forzoso del credito e la convocazione ripetuta delle assemblee.
La legge invece dice che l’amministratore non può prendere decisioni autonome nella riscossione delle quote condominiali. Lo specifica per esempio il Tribunale di Milano, secondo cui “nei rapporti tra ciascuno dei condomini e l’amministratore risultano applicabili le regole attinenti al mandato con rappresentanza. Tale deve considerarsi la stipulazione di una transazione, in quanto contratto che comporta la disposizione dei diritti delle parti”.
Questo vuol dire che se un condomino si rivolge all’amministratore per proporre un piano di rientro e di dilazione del suo debito, è opportuno che l’amministratore stesso, prima di sottoscriverlo, convochi un assemblea e metta la proposta ai voti, richiedendo anche l’esonero dall’onere di agire in via giudiziale nei confronti del condomino moroso.
Per l’approvazione è richiesto un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio secondo le note tabelle millesimali.

Share:

Lascia un commento