Come risparmiare in condominio: quello che dovresti sapere

“Risparmiare” è il verbo della nostra era. Studi, approfondimenti, guide e molto altro per aiutarci a… sopravvivere! Tranquilli, risparmiare si può, anche in condominio. Basta fare attenzione ad alcuni accorgimenti e non sottovalutare l’importanza dell’assemblea condominiale, soprattutto quando si parla di approvazione di preventivi e ottimizzazione delle spese.

Risparmiare in condominio è possibile, basta concentrarsi su alcuni aspetti fondamentali come l’efficienza energetica dello stabile e l’attenta gestione dei costi.

L’efficienza energetica passa da alcuni accorgimenti che riguardano per esempio la struttura dell’edificio e il buon funzionamento del riscaldamento, sia nel caso di riscaldamento centralizzato che autonomo.

Risparmiare in condominio: termoregolazione e contabilizzazione del calore

Le spese di riscaldamento costituiscono la maggiore incidenza sui costi da affrontare in condominio, per cui risparmiare in condominio significa risparmiare in primo luogo sul riscaldamento.

A quanto pare una corretta gestione dei consumi del riscaldamento può consentirci di risparmiare tra il 20 e il 40%. Come? Termoregolazione e contabilizzazione del calore.
La termoregolazione consiste nell’installare per ogni calorifero una valvola termostatica che consenta di individuare il livello di temperatura della stanza e stabilire la quantità di calore da erogare.
La contabilizzazione invece consente di calcolare i singoli consumi degli appartamenti, anche nel caso di riscaldamento centralizzato, tramite l’installazione di un ripartitore di calore su ogni calorifero.
In generale per risparmiare sui consumi del riscaldamento in condominio, basta seguire alcune indicazioni utili, prima fra tutte la manutenzione degli impianti e delle caldaie, che va eseguita ogni 4 anni per gli impianti nuovi e ogni 2 anni per gli impianti con più di 8 anni.

Risparmiare in condominio: manutenzione ordinaria e straordinaria

L’ottimizzazione dei consumi in condominio passa anche da una corretta manutenzione ordinaria e straordinaria dell’edificio. Gli interventi di manutenzione infatti consentono il più delle volte di migliorare l’efficienza energetica dello stabile e di ridurre notevolmente i consumi.
Non dimentichiamo inoltre che tutti gli interventi finalizzati al miglioramento energetico dell’edificio possono godere dell’EcoBonus del 65%, ovvero delle detrazioni fiscali stabilite come incentivo dalla Comunità Europea e dalle Norme Nazionali.

Risparmiare in condominio: scelta del giusto preventivo

Ultimo aspetto della vita in condominio che ci consente di ridurre i costi è la corretta scelta del preventivo all’occorrenza di qualsiasi intervento nello stabile. Il condòmino oculato si preoccupa di proporre anche in assemblea condominiale i migliori preventivi per la realizzazione di interventi di vario genere, dai più semplici a quelli più complessi.
In fase di riunione condominiale sarà la maggioranza a decidere quale preventivo approvare. Obiettivo comune? Risparmiare in condominio.

Risparmiare in condominio: riassumendo

  • Contabilizzazione del calore: riduce i costi anche nell’ordine del 35-40%
  • Scelta di un unico soggetto per la fornitura di energia elettrica e gas
  • Confronto di più preventivi (per esempio nel caso della manutenzione degli impianti)
  • Locazione o vendita di spazi comuni

Hai bisogno di qualche dritta per risparmiare in condominio? Contattaci!
Siamo lieti di fornirti la nostra esperienza 😉

Share:

Lascia un commento