Come si posizionano i cassonetti in condominio

Secondo il regolamento comunale i raccoglitori dei rifiuti devono essere collocati secondo le disposizioni del regolamento comunale, in conformità ai precetti legislativi.
Prima di passare nello specifico alla questione condominiale sul posizionamento dei cassonetti, occorre una piccola digressione su cosa prevede la normativa.
Il codice della strada prevede che i cassonetti dell’immondizia debbano essere collocati in modo da non arrecare pericolo o intralcio alla circolazione.

Il regolamento di esecuzione e attuazione del codice della strada integra il precetto stabilendo che i cassonetti per la raccolta, anche differenziata, dei rifiuti solidi urbani di qualsiasi tipo devono essere posizionati in genere fuori della carreggiata, in modo da non arrecare ostacolo o pericolo alla circolazione. Su ciascuno degli spigoli verticali del cassonetto devono essere apposti pannelli di pellicola rifrangente a strisce bianche e rosse, così da rendere distinguibile il raccoglitore anche in condizioni di scarsa visibilità.

Quando, per la particolare conformazione del cassonetto, tale segnaletica non può essere applicata, essa può essere sostituita con quattro pannelli ridotti che consentano di realizzare una valida superficie di segnalazione.
Questo vuol dire che i cassonetti devono essere ubicati in aree riservate destinate a parcheggio fuori della carreggiata o entro la stessa.
Alla legge subentrano poi i singoli regolamenti comunali che individuano il collocamento all’interno delle strade urbane.
Alla base dei regolamenti comunali ci sono alcuni aspetti onnipresenti:

  • I cassonetti per la raccolta dei rifiuti devono essere posizionati in modo da non costituire fastidio e non creare ingombro né alla circolazione né alle abitazioni
  • I contenitori devono essere dislocati in appositi spazi opportunamente allestiti, al fine di garantire: igienicità, agevolezza delle operazioni di asporto, salvaguardia delle esigenze di circolazione e di traffico, nonché l’armonico inserimento con le altre opere di arredo urbano
    I contenitori devono essere collocati, di regola, in area pubblica, secondo un piano di posizionamento corredato di mappa, approvato dal Sindaco o dall’Assessorato di competenza
  • La localizzazione dei raccoglitori è eseguita in base a criteri di ottimizzazione dell’organizzazione del servizio, in relazione alla distribuzione dell’utenza e alla stima delle quantità prodotte.

Come si applica al condominio? Il posizionamento dei cassonetti deve essere stabilito dall’assemblea, in conformità alle caratteristiche dell’edificio ed evitando di creare intralcio o disturbo per i residenti.
Una recente sentenza stabilisce che il condominio è obbligato a collocare all’interno dei propri spazi condominiali i bidoni comunali e ad esporli, alle ore stabilite, per favorire la raccolta dei rifiuti.
È fondamentale sottolineare che il regolamento comunale prevale su quello condominiale.

Share:

Lascia un commento