Uno spazio verde ben curato rappresenta un bel biglietto da visita non solo per il condominio stesso ma per l’intera zona in cui si trova. La manutenzione degli spazi verdi condominiali risulta essere un aspetto fondamentale per il rispetto del decoro urbano e garantisce di mantenere in perfetta salute gli arbusti e le piante presenti nell’area, oltre a garantire un immagine curata e gradevole.

Pulizia aree verdi: la manutenzione

Per manutenzione, secondo L’art. 3, primo comma lett. a, del d.p.r. n. 380/2001, si intende tutti quegli interventi volti alla riparazione, rinnovamento e/o sostituzione delle finiture degli edifici. Nel caso specifico, la manutenzione delle aree verdi condominiali, rappresentino esse piccole aiuole o grandi giardini, ha bisogno di una grande attenzione nello scegliere le competenze tecniche e le attrezzature adatte nelle pratiche di giardinaggio, con conseguente attenzione al risultato da ottenere.


Quali sono gli interventi di manutenzione ordinaria?

E necessario essere a conoscenza di importanti aspetti per una buona e corretta manutenzione:

  • Potatura di arbusti e piante;
  • Cura periodica delle siepi perimetrali, in modo particolare quelle che riguardano le porzioni di giardino che sono visibili dall’esterno;
  • Somministrazione di concimi;
  • Costante controllo di erbe infestanti ed eventuali malattie;
  • Il controllo periodico del sistema di irrigazione, che deve essere sempre in perfetto funzionamento per il mantenimento adeguato dell’intera area verde;

Questo permette di ottenere da ciascuna pianta il miglior risultato in termini di vegetazione, fioritura e fruttificazione. Il tutto implica la necessità di affidarsi a ditte specializzate nella cura dei vostri giardini condominiali e privati, così da conferire un ordine all’insieme e trasferire un’ottima impressione ai visitatori.

Potatura alberi condominiali; cosa dice la legge?

Per quanto riguarda la potatura di alberi condominiali è necessario sapere che le relative spese devono essere sostenute da tutti i condomini secondo la regola dei millesimi di proprietà, salvo alcuni compromessi intercorsi tra i condomini secondo l’art. 1123, primo comma, c.c. Mentre nel caso di alberi di proprietà esclusiva, le spese per la manutenzione spettano esclusivamente al legittimo proprietario indipendentemente nel luogo in cui sono posti. Ovviamente ogni decisione deve essere presa in assemblea condominiale alla presenza di un amministratore, quest’ultimo potrà intervenire nei casi di urgenza in cui non si adottano i provvedimenti decisi, inoltre in questi casi ciascun condomino potrà ricorrere all’Autorità Giudiziaria per far rispettare le direttive.

Spese di manutenzione del giardino condominiale

L’area verde condominiale rappresenta solitamente un bene comune, ciò implica che ogni condomino avrà il diritto di usufruirne ma anche l’obbligo di partecipare ad ogni spesa inerente il mantenimento e la cura dello stesso. Tutte le spese inerenti al mantenimento del giardino comune vanno ripartite in egual misura  tra tutti i condomini, tranne nei casi in cui il bene comune è concesso in uso e godimento dei proprietari del piano terra. Per quanto riguarda invece, le spese inerenti alla manutenzione variano in base alla ditta a cui ci si affida.

 

Vedi anche:  Potature siepi condominiali: la normativa
Chiudi il menu