Arredare la casa con stile è un piacere ma a volte risulta difficile scegliere le sedie giuste per il nostro living. Oltre a essere comode, ad avere la giusta altezza per poter accavallare le gambe sotto al tavolo, devono anche essere in linea con lo stile dell’arredamento.

In passato questo non era un problema in quanto le sedie venivano acquistate in un unico set con il tavolo da pranzo. Questo semplificava certamente la ricerca ma rendeva l’ambiente piuttosto statico, facendo apparire la stanza priva di personalità.


La tendenza moderna ha una marcia in più, elevando la sala da pranzo a zona dove vivere la propria casa, non lasciandola ferma e immobile soltanto per accogliere eventuali ospiti.

Con l’idea di rendere gli ambienti maggiormente vivibili, da guardare e toccare sempre, occorre avere maggiore accortezza nel selezionare le sedie adatte alle nostre esigenze. Questo non è per nulla un problema, la scelta può avvenire facilmente seguendo semplici regole.

Le proporzioni delle sedie per il salotto

Sarà capitato a tutti, durante una cena a casa di amici o al ristorante, di accavallare le gambe e non trovare lo spazio giusto. Ecco: Una sedia comoda deve avere uno spazio di almeno trenta centimetri tra la seduta e la parte inferiore del tavolo.

Per garantire un effetto estetico gradevole di un tavolo con sedie che sporgono in maniera ordinata, alla giusta distanza tra loro, è bene prendere in considerazione anche la profondità e la larghezza della seduta. Ad esempio grancasa sedie ha anche articoli che, oltre a rispettare le misure di altezza, profondità e larghezza, presentano la comodità di schienali ergonomici e comodi braccioli.

Vedi anche:  Ristrutturazione facciate condominiali

In effetti l’altezza dello schienale non ha particolari vincoli se non quelli strettamente legati alla parte estetica. Al contrario, i braccioli non dovrebbero toccare il tavolo per non urtarsi tra loro e per assicurare la comodità di chi si siede. Con un bracciolo troppo lungo sarà davvero scomodo riuscire a sedersi in maniera agevole.

Estetica per le sedie da salotto

Una volta individuate le dimensioni adatte per il completo comfort, occorre dedicarsi ai loro aspetti estetici, per non avere effetti sgradevoli in salotto, pari a un pesce fuor d’acqua. Anche in questo caso basta avere piccoli accorgimenti.

Per prima cosa occorre dare un occhio alle forme. Le sedie che presentano una seduta dalle forme geometriche quadrate, non stanno per niente bene intorno a un tavolo ovale o rotondo. Per tavoli tondeggianti è bene individuare seri dalle linee sinuose e morbide, rivestite magari in tessuto.

Identico discorso è per i tavoli rettangolari o quadrati. In questi casi vanno benissimo le sedie che richiamano la forma piana del tavolo, in modo da rendere armonico l’insieme.

L’accostamento ideale è la scelta di uno stile comune, prendendo spunto da un colore o da un dettaglio di decoro.

Infine, ma non per ultimo, importante è la scelta del materiale dell’imbottitura: se avete bambini piccoli, evitate i colori chiari e tessuti non lavabili. Puntata le vostra scelta verso rivestimenti rimovibili, da poter lavare in lavatrice, oppure all’ecopelle, di semplice pulizia.