Da qualche anno ormai la maggior parte dei condomini utilizza per la pulizia delle parti comuni imprese di pulizia.

Rispetto ad una volta in cui spessissimo erano i condomini stessi a farsi carico, a turno, dell’incombenza della pulizia delle scale, dei cortili e delle aree verdi, se presenti, ora le cose sono svolte diversamente.
I problemi erano sempre molteplici: chi non puliva abbastanza approfonditamente, chi non usava i prodotti giusti, chi puliva in orari non consoni, rischiando che alla fine del lavoro l’area da pulire fosse ancora più sporca di quando aveva iniziato il lavoro stesso.
Tutto questo era causa di liti e rimostranza all’amministratore per futili motivi, inasprendo oltretutto gli animi. Nel corso degli anni la situazione si è modificata e adesso viene tutto gestito da ditte esterne, che si occupano, con piani personalizzati e regolari, della pulizia degli spazi condominiali, eliminando problemi e diatribe varie tra condomini.

Capiamo meglio di cosa si tratta e quale regolamento bisogna seguire, al fine di evitare problemi e litigi.


Pulizia Scale Condominiali Regolamento 

La pulizia dei spazi comuni, come detto in precedenza, è causa di litigi e controversie tra condomini. La presenza delle scale però, è assolutamente necessaria, in quanto, consentono di collegare i vari piani di un edificio.

Proprio per questa loro funzione le scale condominiali sono inserite tra i beni oggetto di proprietà comune. Quando si tratta della pulizia delle scale condominiali, cosa dice la legge? Come vengono effettuate le ripartizioni, ma soprattutto a chi spetta il pagamento delle spese condominiali?

Il codice civile disciplina infatti, la gestione delle scale e per cui anche la loro pulizia e manutenzione. Gli articoli che disciplinano tale materia sono:

  • Art. 1117 c.c le scale vengono considerate un bene comune e quindi spetta ai condomini contribuire alla pulizia e alla manutenzione. Sono comprese anche le scale esterne e quelle a piano terra con accesso alla strada. Le spese devono poi essere adeguatamente ripartite secondo le modalità concordate e disciplinate tra i coinquilini.
  • Art. 1123 c.c viene sancito dalla normativa che le spese per la pulizia scale condominio devono essere divise in base alla misura nella quale vengono utilizzate.
Vedi anche:  Sanificazione Condominio

Importante sapere che, oltre al codice civile, esiste un vero e proprio regolamento interno condominiale, approvato da tutti i condomini, che stabilisce modalità di manutenzione e pulizia del vano scale. Ovviamente, poi spetta all’amministratore di condominio, il compito di far rispettare la normativa e risolvere eventuali problemi.

La legge ha stabilito inoltre, che è necessario affidarsi a dei professionisti iscritti in camera di commercio e che abbiano delle caratteristiche ben definite sia per quanto riguarda la sicurezza di chi effettua l’attività che per chi abita nel condominio.

L’impresa di pulizie ha infatti, in quanto professionista, una polizza assicurativa a copertura dei danni arrecati a terzi durante lo svolgimento dell’attività, in più è coperta anche nel caso in cui qualcuno durante il lavoro si faccia male, cosicché il condominio venga esentato da possibili richieste danni.

Troppo spesso infatti succedeva che i lavori venissero affidati a persone senza requisiti professionali che rischiavano di causare problemi di ordine legale ai condomini.
Bastava infatti una svista da parte del lavoratore che poteva farsi male ed ecco che il condominio veniva denunciato ed era chiamato a risarcire i fammi fisici al malcapitato che poteva anche sporgere denuncia in quanto lavoratore in nero.

Pulizia Condomini: i servizi offerti

ditta professionale di pulizieI professionisti della pulizia utilizzano prodotti all’avanguardia che disinfettano gli ambienti e preservano la salute di chi frequenta i locali.

Le imprese a cui vengono affidati i lavori hanno degli orari e dei giorni prestabiliti che non vanno ad interferire con le normali attività, ad esempio non puliranno le scale durante le ore di riposo o durante le festività.

Molto spesso chi si occupa delle pulizie delle scale condominiali si occupa anche della sistemazione delle aree verdi, di potare le piante che lo necessitano, concimare, tagliare l’erba e raccogliere foglie e sfalci, in modo che l’area risulti sempre in ordine e confortevole per chi la vive.

Vedi anche:  Sanificazione Condominio

Alcune imprese si occupano poi della disinfezione delle aree comuni, cantine comprese che a volte ospitano animali non proprio ben accetti.

È possibile anche affidare all’impresa di pulizie la gestione dei bidoni della raccolta della differenziata che vanno tenuti in ordine, messi a disposizione dei netturbini in certe giornate ed in certi orari financo al lavaggio e disinfezione periodica degli stessi.

Affidarsi ad un’impresa professionale significa essere sicuri di aver un lavoro svolto bene, senza nessun tipo di problema e con personale formato e preparato per la cura di ogni superficie, anche particolarmente difficile da trattare.

I lavori vengono svolti in sicurezza, autonomia e con prodotti professionali. Le ore di lavoro sono concordare e fatturate in modo da non favorire il lavoro in nero.
Nessun condomino avrà più il fardello di dover fare le pulizie in autonomia.

Il costo dell’impresa, verrà ripartito tra tutti i condomini, in questo modo la spesa risulterà di modesta entità, assolutamente alla portata di tutti. Insomma ricorrere ad un’impresa di pulizie professionale non presenta che benefici per l’intero condominio e per la gestione delle pulizie e dei servizi accessori dello stesso.

Ripartizione spese pulizie scale condominiali

Ovviamente, i costi per la pulizia e la manutenzione delle scale e degli spazi condominiali, segue un criterio diverso in base al tipo di servizio richiesto, che sia straordinario oppure ordinario, vediamo come:

  • Manutenzione ordinaria, le spese per la pulizia delle scale vanno suddivise in base al criterio dell’altezza del piano.
  • Manutenzione straordinaria, le spese sono divise per metà in ragione dell’altezza del piano e per metà in ragione dei millesimali di proprietà.
Vedi anche:  Pulizia della casa, i migliori prodotti da utilizzare per una sanificazione completa

Il condominio può, attraverso una votazione in assemblea, decidere se dotarsi di una cosiddetta tabella d’uso oppure delle scale redatte da tecnici abilitati con lo scopo di ripartire solo le spese della pulizia scale.